elllllena

Pensieri sparsi bipolari

elllllena — 28 marzo 2020

elllllena

Credo sia il tanto tempo libero in tempi di covid2019.

Sì, credo sia questo.

Tanto tempo per ascoltare i miei pensieri.

Accoglierli. Strigarli. Strigliarli. Sgridarli.

Ahi, che verbi cacofonici questi,ma, forse i miei pensieri sono così davvero.

Urticanti, pesanti, a volte tragici, altre volte ironici, divertenti (si spera!), leggeri.

Sicuramente, rifletteranno ciò che sono io.

A tratti su, a tratti giù.

Decisi ad amare ogni mia sfumatura.

Non scrivo perché penso di essere interessante o per interessare.

Scrivo, e l’ho sempre fatto, come terapia.

❤️

diario della gratitudine #1 — 8 aprile 2020

diario della gratitudine #1

Mi sono accorta che da quando sono costretta a casa non apprezzo più quasi niente.

Mi sento annoiata, un po’ persa tra le cose della vita, un po’ nei litigi con quella che dovrebbe essere la mia persona.

Io che sono sempre stata un’entusiasta, anche delle piccole cose della vita, adesso mi sento un po’ grigetta.

Me ne accorgo anche da come scrivo. Una scrittura moscia. Frasi brevi, concise. Un po’ spente.

Quindi, ieri sera, presa da un impeto buona volontà , mi sono detta: perché non fare un diario della gratudine?!

Sì, una specie di spazio solo mio, dove scrivere ogni giorno qualcosa

Ed ero galvanizzata per quella che mi pareva un’ottima idea.

Oggi non mi sembra più tanto un’ottima idea.

Comunque, la cosa per cui sono grata oggi è questa: ho mangiato il pane buonissimo con i semini che ha fatto la mia mamma.

Vale lo stesso?!

❤️

forse, più che mancarmi la gente —

forse, più che mancarmi la gente

forse, più che mancarmi la gente, mi manca il sorriso timido del ragazzo sull’autobus.

forse, più che mancarmi la gente, mi mancano i miei occhi tristi, riflessi.

forse, più che mancarmi la gente, mi manca l’abbraccio di quella persona soltanto.

forse, più che mancarmi la gente, mi manca osservare le culle, quei piccoli sbadigli di sonno.

forse, più che mancarmi la gente, mi manca accorgermi delle stagioni, sulle mia guance.

forse, più che mancarmi la gente, mi manco io, che ormai non so più chi sono.

perché forse mi manca il confronto. cuore a cuore, quasi che potessi toccarlo.

brutta giornata — 3 aprile 2020

brutta giornata

Ok, è vero.

È da un po’ che passo delle brutte giornate.

Ansia, pesantezza, tristezza.

Ciclo.

A primo acchito, mi verrebbe da avercela con me. Mi verrebbe da pensare che sto fallendo, se sto male.

Poi mi ricordo una cosa.

SONO UN ESSERE UMANO.

E la situazione è un bel casino.

Va bene se questa settimana non sono stata al top. Va bene cosi.

Accetto questi stati d’animo e vado avanti.

❤️

e adesso!? — 30 marzo 2020

e adesso!?

Mi succede sempre così.

Voglio uno spazio tutto mio, dove potermi esprimere liberamente. Poi lo creo e improvvisamente mi muoiono tutte le idee in testa.

Fino al momento prima erano lì, che vorticosamente litigavano tra loro, per emergere, per diventare parola scritta. Adesso il nulla.

Sono di nuovo nella fase discendente, stanno per venirmi le mie cose. Pensieri più cupi si affacciano. Il nero prende il sopravvento, l’oscurità. Decido di lasciar correre anche queste emozioni.

Le assaporo.

Col mio cuore, la mia anima, il mio cervello.

Ho imparato ad accettare anche questi momenti, nei quali mi spengo un pochino. E non sono più così caotica, così fantasiosa. Non ho più tutto questo desiderio di esprimere.

Ma tornerà.

Anche se non è prevedibile, il quando, il come.

Credo questione di pochi giorni.

❤️

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito